martedì 20 novembre 2007

è notte alta e sono svegliaaaa.....

è notte fonda. ho appena finito di lavorare a un testo difficilissimo sul fisco (su che diavolo deve fare uno per non incorrere in multe pesanti se sbaglia volente o nolente la dichiarazione dei redditi), e la brambilla blatera incessantemente da ore alla tv. lo schermo fa da sfondo a questa lunga serata. quando lei parlava da ferrara io accendevo il pc. ora che lo sto per spegnere è ancora là che parla dallo spazio televisivo di mentana. ma santi numi ciarla da ore e avrà ripetuto mille volte le stesse cose e cioè: voi politici (perché lei fa la ballerina?) siente dentro i vostri palazzi di vetro (perchè il parlamento è l'onu?) e non capite cosa vuole la gente (ah invece lei ha capito tutto). io e il presidente berlusconi abbiamo deciso che è tempo di ascoltare la gente, i cittadini che alla sera si mettono a tavola e non parlano del proporzionale alla tedesca ma di quanto è difficile sbarcare il lunario (o lumario come ha detto raffaele bonanni all'assemblea nazionale cisl, l'ho sentito dal vivo con le mie orecchie, giuro). che bello. la gente, i cittadini, la fame, il lunario. problemi importanti nelle mani di queste neofemministedestrorse in tailleur gessatissimo con un colore incandescente a forma di capelli e penso, prima di arrestare il sistema: ma che diavolo succede? il popolo della libertà che si è riunito ai gazebi (parole brambillesche) la maggioranza, il sistema proporzionale, la legge elettorale, il presidente berlusconi...che girandola di nulla: la nuova destra, il nuovo centro destra, storace, l'onorevole santanchè. tutto questo si contrappone a "quelli di sinistra", al sindaco di roma, che purtroppo non riesce a sembrarmi un giusto contrappeso a questa demenza politica. buonanotte....al secchio!

2 commenti:

Alessandro ha detto...

non dire a me, che tifo per la destra che non c'è. l'idea di passare dalla padella del toupet berlusconiano alla brace della chioma fulva brambillesca prostra ogni mia residua speranza di essere mai rappresentato in parlamento...
se questa è la delfina, ormai siamo nella tonnara. io spero che il governo prodi non cada anche perché, se la legislatura arriverà anche con cerotti e stampelle alla fine naturale, per berlusconi sarà molto difficile ripresentarsi, anche per ragioni anagrafiche. ma se berlusconi sta davvero preparando, come sembra, un dopo berlusconi a sua immagine e somiglianza, tanti saluti alla speranza di avere una destra normale.

imbarcoimmediato ha detto...

mio caro, come ti capisco. tifi per una destra concreta che potrebbe esistere ma che invece viene strapazzata da anni in un modo davvero pietoso. penso anche che se ci fosse la destra normale che dici tu sarebbe una gran cosa per l'intero panorama politico. aggiungerebbe dignità, rispetto, ossigeno alla democrazia. ma purtroppo a sinistra è una tragedia uguale. mi sento profondamente strapazzata pure io e sperare che duri il governo prodi mi costringe a serrare denti, mascelle e bocca dello stomaco perché il conato è intenso. io tifo la sinistra ma quella che vedo è una miscela di fuffa esagerata e pensare che l'uomo nuovo su cui puntare sia WV uolter ueltroni mi fa sentire quella sensazione di vecchio equiparabile al toupet di silvio.