domenica 2 dicembre 2007

cosa metterò sotto l'albero?

è appena iniziato l'ultimo mese dell'anno, quello che porta con sé il freddo, il natale, il rinnovo del contratto, il mio primo anniversario di matrimonio, il compleanno di chi ha deciso con coraggio di farsi mettere la fede al dito. oggi ho messo il naso fuori dalla mia piccola casa e ho sentito l'odore del natale: quell'aroma di legna bruciata, di umidità gelata, di cielo illuminato da milioni di palline e lucette colorate per le strade. ho pensato che anche quet'anno voglio appendere il babbo natale di pezza che scende dalla finestra sopra una scaletta di plastica, rigorosamente made in china, le luci colorate lungo la siepe che divide lo spazio tra la mia casa e l'immenso prato davanti. voglio fare l'alberello e appenderci tutti i ninnoli che in sette anni ho accumulato con lui, posto d'onore lo avrà la piccola ceramica con i due sposi jamaicani comprata quasi 12 mesi fa. ma anche la renna dorata che mi ha regalato mia sorella. e dentro i pacchetti sotto l'albero ci voglio mettere tutta la serenità che sento dentro, la mia passione nuova di zecca per il calcio, la mia curiosità, gli attrezzi del mio mestiere che ho levigato con tanta determinazione nonostate tutto, il calore di un pranzo domenicale dal profumo di pasta ai funghi porcini e salsiccia, la tenerezza che mi fanno provare i volti delle signore anziane della casa di riposo dove vado ogni tanto, l'affetto conquistato dalle persone più toste, il rispetto ottenuto con grande fatica, l'amicizia più vera, l'affetto delle persone buone che fanno del bene senza manco accorgersene, e i bau del mio irriducibile cane che non la smette mai di abbaiare dentro la mia piccola casa.

1 commento:

Anonimo ha detto...

cos'è questa novità del calcio? urge un post :-)

Alessandro