lunedì 3 dicembre 2007

la testa nel pallone

alla richiesta di un amico non si dice mai di no. eccomi quindi a cercare di spiegare la mia nuova passione per il calcio. ci sono molti modi di avvicinarsi a questo meraviglioso sport. da piccoli o piccolissimi con gli amichetti o i genitori non so. non è il mio caso. i miei non sono dei tifosi. e figuriamoci da piccola se le barbie, i loro vestiti e gli arredi vari potevano lasciare spazio a questo passatempo da ragazzi. e così ho atteso parecchi anni prima di infilare la testa nel pallone! ma è successo. le passioni sono così: ti afferrano all'improvviso e non ti mollano. e non ci sono perché. forse sarà stata la piacevole e assidua frequentazione di amici tifosissimi, sarà pure la mia inguaribile curiosità, ma sarà stato anche l'enorme vuoto lasciato da schumacher...da quando se n'è andato le quattro ruote veloci come il vento non mi fanno più sognare... insomma non so bene perché. il punto è che ho passato la domenica a guardare il calcio per svariate ore: dalla partita ai commenti alle interviste dei vari mister. tutto! so di non sapere ancora molto ma guardando s'impara. poi mi faccio spiegare da chi sa. ma so per certo che quando la mia squadra perde, mi viene il mal di testa e il magone. quando segna, faccio dei salti sul divano. quando avanza in classifica, penso fiduciosa alle successive sfide in calendario. tutto qua. credo sia passione vera, autentica, divertente. e arriviamo alla mia squadra del cuore: il napoli. quando mi sono appassionata al gioco del calcio ho pensato .. e ora devo decidere qual è la mia squadra. e anche qui dovrei trovare le ragioni di questa scelta. ma essendo una passione le ragioni sono difficilli da decifrare. ho scavato tra i miei sentimenti, e le mie radici. ed ecco che ho fatto una rapida selezione: cagliari no, non mi è mai fregato nulla del cagliari. genoa, no, neppure quello. roma? ho provato ma il mio senso di appartenenza non mi ha condotto tra le braccia di totti. e allora eccola lì la squadra azzurra, allegra, divertente, in crescita, appassionata, reduce da anni disastrosi e piena di voglia di vincere. lasciamo perdere la batosta di ieri, i bene informati mi dicono che può capitare una giornata tragica nell'arco del campionato! comunque che bello commentare le partite il lunedì mattina in ufficio, davanti a un caffè, all'ora di pranzo...figo. ma quante ore di bar dello sport mi sono persa!!!! mannaggia

3 commenti:

Anonimo ha detto...

:-D fantastica, questa neo napulilla. ti invidio quasi, perché dopo moggiopoli sto passando un periodo di scarsa passione. quest'anno per la prima volta dopo dieci anni non ho fatto l'abbonamento. questo non vuol dire che non segua la mia samp, naturalmente. però un entusiasmo da neofita così te lo invidio. non vedo l'ora di fare un po' di bar sport con te e l'impiegato :-)

Alessandro

Giornalista ultrà ha detto...

Forza Napoli! Dai tempi di "Giaguaro" Castellini (80-81), all'epoca del Pibe de Oro (84-91), fino alla retrocessione in serie C, e oggi, nonostante la battuta d'arresto di domenica (può capitare...niente allarmismi!), ammirando le grandi giocate del "Pocho" Lavezzi: una fede incrollabile...

imbarcoimmediato ha detto...

:) e io che ti pensavo spesso a marassi come tuo solito. peccato. passerà vedrai. una passione così, come tutte le grandi forse del cuore, ha alti e bassi. la delusione è grande, immagino. io l'ho attraverata indenne perché appunto neofita, ma no per questo all'epoca sono rimasta meno schifata per quanto accaduto... ti aspetto all'angolo dello sport!!!!