lunedì 4 agosto 2008

aspettando le sudate vacanze

i neuroni grondano, le dita sulla tastiera sono umide, il calore di una delle città più calde d'italia entra inesorabile nei gangli spinali. davanti a tutto ciò non resta che posizionarsi sotto il condizionatore di turno, aperto alla massima potenza, sfidando le leggi della natura sul pericolo di congestioni e raffreddori immensi. e, in attesa delle ferie, continuare a navigare nel meraviglioso mare della rete e incontrare chi in vacanza già c'è stato e ne ha riportato bei ricordi che decide di condividere, oppure chi non ce la fa più con tutta la comprensione della sottoscritta e si dispera anche un po'.... e chi da qualche giorno forse ha superato pure lo stress da rientro :) dopo un lungo importante viaggio nel profondo e magnifico grande nord.

venerdì 1 agosto 2008

a volte non capisco

a volte non capisco se pecco di eccesso di zelo, se sono un po' strordita, se mi hanno reso troppo ligia al dovere. non so. a volte mi capita di sentirmi un po' cretina quando, anche solo per un soffio, non trovo il coraggio di farmi i fatti miei. ad esempio uscire prima dall'ufficio con una scusa credibile qualsiasi, prendermi una pausa ingiustificata dal mio dovere. non ci riesco. e quando non ci riesco mi sento un po' cretina. e allora penso che gli altri sono più svegli, più furbi, più intelligenti della sottoscritta o forse semplicemente più coraggiosi.