mercoledì 3 giugno 2009

parole silenti

ho avuto una folgorazione vera e propria. in un attimo ho capito la quantità di parole che non ho mai pronunciato in tutta la vita. sarà un caso che scrivo per mestiere? forse il canale preferenziale della scrittura ha tamponato in tutta questa esistenza l'incapacità di parlare tutte le volte che: è necessario farlo, mi arrabbio, quando vorrei esprimere i miei sentimenti e il mio stato d'animo e in mille altri momenti che non ho mai trasformato in sillabe, suoni, rumori. su questo devo tornare, ritornare, tornare ancora per sciogliere un nodo alle corde vocali che ho stretto così forte da soffocare pure il desiderio di tradurre la vita in qualcosa di pronunciato.

Nessun commento: