venerdì 31 luglio 2009

cervello e sensibilità allo stato puro

pasolini

giorni

non lo avevo ancora fatto. rileggere il blog a ritroso. i ricordi affiorano, le sensazioni si materializzano e la vita ti scorre davanti come un film, a puntate. certi giorni è importante e bello guardare indietro per ricordare, capire, affrontare un nuovo futuro. perchè lo sento il futuro sta bussando alla mia porta. mi dà segnali, mi parla nel suo linguaggio incomprensibile, mi stuzzica e mi lancia dei tranelli. ma lui lo sa, il futuro, che io lo guardo, lo aspetto e già lo vivo e lo percepisco. si avvicinano le vacanze e il mondo si appresta a sostare un po'. il mondo di tutti i giorni andrà in vacanza. e io potrò respirare leggero e riflettere con calma e serenità. per entrare nella profondità del divenire e cogliere i segnali che la vita, quella che verrà, mi sta lanciando in queste ore....

giovedì 30 luglio 2009

sogno o son desta?


più nero della mezzanotte non può venire, recita un detto partenopeo. io più buio di così non riesco a immaginarmelo. il sonno della ragione, l'apoteosi della stupidità, il nulla strutturato all'ennesima potenza, il niente. ecco. ho raggiunto il nirvana. le passioni umane possono andare a riposo per un po'.