lunedì 24 agosto 2009

foto delle vacanze...degli altri

pensavo di scamparmela e invece no, peggio di sempre. l'intero ufficio al rientro si è riversato sul mio povero neurone ancora un po' abbronzato per farmi ammirare scampoli, briciole private di un tempo libero rosicchiato in riva al mare. ma chi se ne frega. così sono stata costretta ad aprire il mio blog prima del tempo e a riversare una stilla di frustrazione passeggera. una, due ma anche tre immagini di persone, posti, gente, luoghi che non mi interessano, impressi nella mia povera retina assolata. tra una mail e l'altra di lavoro e non in questo scampolo agostano ho dovuto sorbire l'olezzo di vite degli altri. e allora penso a quanto sia fortunata ad avere una vita riservata, privata, che difficilmente esibisco al primo che passa. quando un amico ti veine incontro e ti racconta un po' della sua vita è un immenso piacere perchè ci si sintonizza su una medesima lunghezza d'onda e ci si ascolta nell'incontro. ma quando un ammasso informe sfiora il mio padiglione auricolare sonnolento con mille chiacchiere assordanti. e allora no. non ci siamo più. buon rientro ai vacanzieri....

Nessun commento: