lunedì 19 ottobre 2009

posto fisso

il posto fisso è la base della stabilità sociale. no, non lo dico io lo dice Tremonti e conquista i titoloni di tutti i quotidiani on line e domani certamente di quelli in edicola. è interessante questa dichiarazione. qualcosa si muove? qualcuno è rinsavito? perché parlare così? sono domande legittime di un antico precario, io, che tutto ho conosciuto tranne un contratto a tempo indeterminato.

si, ci si fa l'abitudine e si fanno pure figli. certo. e poi soffri perchè non hai tutele. ti senti smarrito. io ancora oggi piango quando penso a come mi sono sentita alcune volte nei mesi in cui ero in maternità. e non perché abbia sofferto qualche disagio economico, c'era il padre di mio figlio che badava a tutto. ma porcapalettaschifosa però, io lavoro da undici anni, sodo, bene, spendo le mie energie, e mi ritrovo a non poter contare su una garanzia sacrosanta che mi spetta, la maternità. nessuna tutela, nulla di nulla. qualche euro te lo fanno avere diluitissimo nel tempo, entro l'anno del pargolo. hai la panza? stai a casa, punto e fine, sneza soldi. poi quando riprenderai a lavorare ok allora riprenderai a guadagnarti il pane. e no! non è così che dovrebbe funzionare. nonononono.

maledizione. e oggi salta fuori tremonti e spara questa verità vera. penso davvero che in italia qualcosa stia cambiando profondamente. c'è del fermento vero. credo spero mi auguro

Nessun commento: