martedì 6 settembre 2011

L'Italia è un paese di merda?

Credo che prima o poi inizierò a scrivere un blog con questo titolo "L'Italia è un paese di merda?" ricordando così le parole di un illustre esponente del governo italiano mi metterò a scrivere di quanto mi accade intorno in questa città assurda quanto bella. per esempio oggi: esco di casa per andare al lavoro e ovviamente la metro è chiusa con cancellata blindata e prendo un taxi...da prati a via merulana, 13 euro con tassista che si consulta con me per individuare il percorso migliore da fare, causa manifestazione nazionale. è una cosa che non ho mai capito qui a roma: ma come fanno i tassisti a non sapere quasi mai la strada da fare? chiedo a quent'uomo cortese che insomma ha tutta l'aria di essere una brava persona - non sempre è così in questa categoria di lavoratori capitolini, anzi ho proprio una sana antipatia per i tassisti romani, li odio quasi tutti - quale sia il tragitto del corteo: mi spiega che la cgil andrà da piazza della repubblica al colosseo mentre, come se non bastasse, ci sono anche i comitati di base (ma quali comitati e di quale base?) che presidiano piazza navona. vabbè uno più uno meno.... arrivo in via merulana e vedo il corteo.... il solito corteo che per istinto mi attrae ma che razionalmente trovo inutile anche se mi chiedo e vorrei tanto avere una risposta valida, ma tutto questo serve a qualcosa? mi piacerebbe che la risposta fosse sì e mi piacerebbe che qualcuno mi desse delle valide motivazioni a questo sì. entro in ufficio e un collega ci racconta di aver ricevuto insulti da un manifestante solo perchè lui era affacciato alla finestra e non in strada... del tipo se scendi ti faccio un c... così e robaccia del genere. e su questa torno a lavoro anch'io pensando ai miei diritti che i sindacati non prendono in considerazione da anni. buon comizio signori sindacalisti e co. in corteo sono stati avvistati anche pezzi grossi del pd e co. buon pro vi faccia.

Nessun commento: