lunedì 10 ottobre 2011

beate maestre

arrivo di corsa, come ogni mattina, in classe e leggo un avviso: le lezioni iniziano alle 10.30 per assemblea sindacale. ok, vi venisse un bene..penso forse anche a voce alta. un padre leggeremente più infuriato di me chiede alla bidella: ma questo avviso quando lo hanno messo???? ma c'è da giovedì. ma da giovedì una paio di palle... giovedì non c'era e peccato che venerdì lo gnomo non è stato presente perchè dovevate fare la gita e lui a vostro dire è ancora troppo piccolino per partecipare e perciò alternativa? te lo tieni a casa, grazie. chiamo il padre e dico: non correre perchè qui il bimbo non entra fino alle 10.30.

mentre scendo le scale parlo allo gnomo come se magicamente si fosse trasformato in un bambino di circa 10 anni: senti, perchè non vuoi andare a scuola? antefatto: lo gnomo frignava lungo le scale come non mai dicendo non voglio andare a scuolaaaaaaaaa, voglio mammaaaaa. Voglio mamma????? Sono qui brutto frignone, e ti sto tenendo pure in braccio! quindi..mentre scendo le scale gli dico: non vuoi andare a scuola? ma come facciamo? io devo andare al lavoro e tu come tutti i bambini del mondo devi andare a scuola. la frase pazzesca che mi è uscita: devi trovare una motivazione valida per voler andare a scuola, non c'è altra soluzione. decisamente troppo evoluto come ragionamento per uno gnomo di meno di tre anni che infatti mi guarda con gli occhi a a palla.

Comunque andiamo al bar a fare colazione e tu bevi il tuo fottutissimo succo di frutta e intanto vediamo cosa fare nella prossima ora e mezza che ci separa dall'ingresso posticipato della scuola. nel frattempo penso a n insulti alle maestre e decido di andare, con il padre, sopraggiunto nel frattempo, alla scuola privata per vedere se c'è ancora un posto libero. suoniamo e la segretaria dice: no la scuola è già piena. sottotitolo: ma a metà ottobre che cavolo vi siete messi in testa di fare questa domanda idiota? ok.

parchetto giochi a 12 gradi con vento gelido. scivolo! altalena! cavalluccio! ok. mi volto e passano circa 10 esseri femminili inutili. buongiorno! la maestra che ci saluta. ????? ma che cazzo stai facendo alle 10 in giro per la città con le tue fottute colleghe al seguito????? ah l'assembrea deve essere terminata prima del previsto, vi venisse un bene al quadrato... passano 20 minuti e ci avviamo verso la scuola. e le maestre ancora lì che si avviano.. ma dove eravate? al bar aprendere il cappuccino! non c'è altra spiegazione. vado in classe con lo gnomo che strilla, cambia direzione verso l'uscita, nooooo, voglio andare a casaaaaa, vabbè.

maestra: che succede?
io: non so...
maestra: e certo è stato al parchetto fino ad ora....
ma dove cazzo dovevo andare a perdere tempo intanto che degustavi il tuo cappuccino?????

evviva la scuola. e poi pretendo che mio figlio trovi una motivazione valida per andare a scuola. follia

Nessun commento: